Albanian Albanian Arabic Arabic Chinese (Simplified) Chinese (Simplified) Danish Danish English English Filipino Filipino Finnish Finnish French French German German Icelandic Icelandic Italian Italian Japanese Japanese Norwegian Norwegian Portuguese Portuguese Russian Russian Spanish Spanish
SIFCULTURA
Regione-Lazio
musei
biblioteche
archivi storici
archivi storici
previous arrow
next arrow

ARCHIVI

4 Marzo 2020

Archivio Storico Comunale di Castro dei Volsci

L’Archivio Storico Comunale di Castro dei Volsci si caratterizza per quattro serie archivistiche principali. La prima, relativa all’antico regime, va dal 1618 al 1761. Essa comprende, tra l’altro, il registro del Camerlengo della Terra di Ceprano in ordine ai pagamenti effettuati da Castro e la documentazione riferibile a liti di confinazione (ad esempio con Pastena, Ceccano, Falvaterra e Villa S. Stefano), oltreché a  vertenze diverse, fra le quali una causa del 1624 dinanzi all’uditore di Pofi. La seconda interessa il periodo francese, coprendo l’arco 1795-1815; in essa spiccano i bandi della Consulta Straordinaria per gli Stati Romani. Le altre due serie archivistiche, le più cospicue, si riferiscono alle vicende comunali durante, rispettivamente, il regno d’Italia (dove si nota una vertenza relativa agli usi civici di casa Colonna) e la Repubblica. Varia e ricca anche la documentazione aggregata. Si tratta, nello specifico, dell’archivio del Giudice conciliatore, dell’archivio della Finanziaria Appalti Riscossione Imposte (F.A.R.I.), nonché di quello dell’Ente Comunale di Assistenza (E.C.A.). Il dettaglio, tanto delle prime serie, quanto delle carte e dei registri afferenti gli archivi aggregati, è raccolto nell’Inventario redatto nel 1999 e consultabile anche online sulle pagine del progetto “RInASCo” (Recupero Inventari Archivi Storici Comunali).

 

Archivio Storico Comunale di Castro dei Volsci

Ultimi articoli

DIDATTICA 22 Settembre 2020

Proposte didattiche per la scuola

I Musei, le Biblioteche e gli Archivi del Sistema Integrato Frusinate per la Cultura si propongono alle Scuole come ambienti formativi che perseguono l’obiettivo di fornire competenze: abilità e capacità (saper fare), atteggiamenti (saper essere) e conoscenze (sapere) negli ambiti afferenti al patrimonio culturale del territorio.

torna all'inizio del contenuto